Riso integrale saltato con verdure

Scritto da Daniela Basile
Visite: 778
Pin It

Oggi parliamo di una ricetta semplice ma ricchissima di proprietà: il riso integrale saltato con verdure.

Il riso integrale si differenzia dal riso brillato per il differente metodo di lavorazione a cui viene sottoposto: il riso brillato è privo del tegumento, inoltre viene spazzolato con glucosio e talco e lucidato con vaselina e olio di semi. 

La paraffina usata per la brillatura può essere dannosa per la mucosa gastrica e il silicato di magnesio contenuto nel talco è sospetto cancerogeno per lo stomaco. Per ottenere il riso integrale, invece, è sufficiente che il chicco proveniente dalla risaia, venga sottoposto solo alla sbramatura e non alla successiva sbiancatura, come avviene per il riso brillato. 

Ecco perchè è consigliato utilizzare il riso integrale nella nostra alimentazione. meglio se biologico perché, essendo in esso presente il germe e la crusca, a differenza del riso bianco che ne è privo, è più facile che i pesticidi vengano assorbiti dal chicco.

Il riso integrale è consigliato per la sua azione antinfiammatoria. Ha un basso indice glicemico.

Quando c’è uno stato infiammatorio acuto è addirittura consigliabile assumere solo riso integrale per alcuni giorni, meglio se stracotto e passato per formare una crema, da condire con gomasio (semi di sesamo e sale) o semi di lino o semi di zucca tritati.

Le caratteristiche delle sue proteine verdi (povere di tossine e prive di glutine) fanno sì che il riso possa essere consumato senza controindicazioni anche da chi soffre di intolleranza al glutine (celiachia) e di alcune malattie renali; per la sua azione blandamente ipotensiva e diuretica è consigliato anche nelle malattie cardiache, nell' ipertensione, negli edemi e nel ristagno dei liquidi in eccesso e nelle cirrosi epatiche.

Il riso integrale, inoltre,  è indicato per chi ha problemi di diabete, in quanto rilascia glucosio in maniera graduale, contenendo così i picchi di glicemia.

Il riso integrale rispetto al riso bianco, contiene:

  • il doppio del fosforo
  • il doppio del manganese
  • più del doppio del ferro
  • il triplo della vitamina B3
  • il quadruplo della vitamina B1
  • una quantità di vitamina B6 dieci volte superiore 

Ingredienti 

  • 150g di riso integrale
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 2 cucchiai salsa di soia
  • curry dolce
  • olive nere
  • 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
 
Lava bene il riso e,  se vuoi, mettilo in ammollo una notte. Cuocilo con il doppio del volume d’acqua e un pizzico di sale, per 20 minuti circa, senza mescolare, con il coperchio. Quando il riso è quasi cotto e l’acqua quasi assorbita, spegni e lascia riposare coperto dieci minuti. Nel frattempo taglia le verdure e saltale in padella con l’olio fino a quando sono “al dente”. Aggiungi il riso con poca acqua, il curry, le olive e la salsa di soia. Cuoci ancora 2-3 minuti.
Si può aggiungere anche un cucchiaio di legumi per rendere il piatto ancora più completo dal punto di vista nutritivo.
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna